Il progetto STIMARE a ECOMEDPORT

Quando:

27 e 28 settembre 2019

Dove:

Aula Magna della Facoltà di Ingegneria, Università di Bologna, viale del Risorgimento 2, Bologna

e

Palazzo del Turismo, Comune di Riccione, Piazzale Ceccarini 11, Riccione

Più info:

programma del 27 settembre

programma del 28 settembre

STIMARE collabora a ECOMEDPORT, il progetto finanziato come start-up action nell’ambito della iniziativa europea BlueMed che promuove l’adozione di una tecnologia innovativa e sostenibile per la gestione dei sedimenti in aree portuali.

Se ne parlerà nel corso di due giornate:

il 27 settembre a Bologna, nell’ambito del convegno “Ricerca e innovazione nella gestione dei sedimenti in ambito portuale”

il 28 settembre a Riccione, nell’ambito del convegno “L’impatto della gestione dei sedimenti sul turismo costiero”

Il progetto ECOMEDPORT, coordinato dall’Università di Bologna con il supporto di Trevi SpA, identificherà con la collaborazione di partner internazionali – l’Istituto Nazionale di Scienze e Tecnologie Marine (Tunisia), la ONG Al-Midan (Libano) e la Ydronomi Consulting Engineering (Grecia) – siti di potenziale interesse nell’area mediterranea per replicare il modello gestionale dei sedimenti in fase di sperimentazione nei porti di Cervia (progetto LIFE MARINA PLAN PLUS e STIMARE) e Cattolica (progetto CO-EVOLVE).

La prima serie di incontri (organizzata a Bologna per il 27 settembre) ha lo scopo di favorire l’incontro ed il dialogo tra i soggetti, pubblici e privati, che a vario titolo concorrono alla gestione dei sedimenti in ambito portuale, col fine di promuovere un salto di qualità nella gestione dei porti, che è possibile solo se il profilo tecnologico degli strumenti messi in campo e le competenze condivise consentono un reale miglioramento dell’efficienza del sistema.

L’incontro organizzato a Riccione, con il patrocinio del Comune di Riccione e della Lega Navale Italiana, ha lo scopo di favorire l’incontro ed il dialogo tra i soggetti, pubblici e privati, che a vario titolo concorrono alla gestione e pianificazione delle attività turistiche in ambito costiero, col fine di promuovere un modello di collaborazione in grado di raccogliere la sfida dello sviluppo sostenibile di un comparto strategico per l’economia regionale e nazionale.